Come affrontare la paura dello sporco | Panic Girl!

Come affrontare la paura dello sporco | Panic Girl!

La rupofobia è la paura dello sporco. Quell’ossessione per la pulizia che porta a lavarsi le mani, non prima di mangiare o dopo essere stati in bagno, bensì sempre. Ma sempre sempre. Il rupofobico ha sempre pronta l’Amuchina in gel e salviettine disinfettanti nel caso non ci fosse nei paraggi dell’acqua con il sapone. E a volte il sapone non basta! Ci vuole qualcosa di più potente che uccida i batteri! I germi!
Quando questa fobia si aggrava, si tende a camminare per strada rigidi come un palo, facendo attenzione a non sfiorare niente e nessuno mentre un ghigno di disgusto ci attorciglia la faccia.  Ecco, tutto ciò ovviamente non è una gran cosa per la vita sociale, si rischia quindi di ritrovarsi chiusi in casa conciati come Walter White mentre cucina metanfetamina. Con la piccola differenza che invece di droga e sostanze pericolose si maneggiano Vetril e spugnette in microfibra.

Per evitare il dramma ecco 3 consigli per affrontare questa fobia e provare a vivere un po’ più sereni in compagnia della polvere e addirittura di qualche macchia.

  1. Fate attività manuali. Che non vuol dire lavare il pavimento o sgrassare il fornello.
    Giardinaggio! Collage! Pittura! Entrate in contatto con materiali che gradualmente vi porteranno a non schifarvi  nell’avere le mani zozze. Se vi darete un obiettivo, il pensiero di raggiungerlo vi farà dimenticare di sterminare ogni forma di vita batterica nei dintorni.
  2. Rilassatevi. Porca vacca, basta pulire, è già pulito! Lo sapevate che l’ansia che si prova verso lo sporco nasconde una libido inespressa? Avete capito cosa dovete fare…?
  3. Informatevi a dovere. Virus, batteri, germi e altri microcosettini vari sono costantemente in agguato, lo so, ma non sempre sono cattivi per noi! Anzi il nostro amico sistema immunitario spesso  sa difendersi benissimo da solo, non ha bisogno che andiamo in giro con un lanciafiamme pronti a sterilizzare ogni superficie. Ti ricordi quando da bambini mangiavamo cose cadute per terra, semplicemente soffiandoci un po’ sopra? Ecco, quello è l’approccio giusto. Più o meno…

P.S. Malati di Pulito rimane comunque uno dei miei programmi tv preferiti!

Leave a Comment