Cara bambina, di ciò che devo ancora scrivere | Lettere mai spedite
Permalink

Cara bambina, di ciò che devo ancora scrivere | Lettere mai spedite

Cara bambina mia,è venuto più e più volte il temporale su questo stagno, quello che desideravi tu perché volevi finisse l’estate. Io, invece, ho avuto le nausee, gli incubi e soprattutto gli scrupoli. Sai quando il temporale è un conforto? Quando stai così male che hai bisogno di caldo, ed…

Continue Reading →

“Caro amore mio, al riparo dal tuo sole” | Lettere mai spedite
Permalink

“Caro amore mio, al riparo dal tuo sole” | Lettere mai spedite

Caro amore mio, ti ricordi quando ti dicevo che non sono mai stata brava con la matematica? La fortuna è sempre stata avere te a contare i giorni e a fermare il tempo quando il tempo andava fermato. Nella mia testa i numeri da mescolare attraverso le operazioni sono una…

Continue Reading →

“Caro Mauro, di quanto non mi sento” | Lettere mai spedite
Permalink

“Caro Mauro, di quanto non mi sento” | Lettere mai spedite

Caro Mauro, mi hanno riferito che hai chiesto se domani avrei potuto riceverti o se, in alternativa, stanotte, come le notti di quando eravamo giovani, avrei potuto chiamarti appena rientrata a casa. Non ci ho pensato tanto, né al tempo né all’opzione più vicina al fattibile. Ho pensato a me,…

Continue Reading →

“Caro maestro d’improvvisazione, non più pagine bianche” | Lettere mai spedite
Permalink

“Caro maestro d’improvvisazione, non più pagine bianche” | Lettere mai spedite

Caro maestro d’improvvisazione, le sorprese arrivano anche per chi è solito crearle, le risate arrivano anche nei camerini dei pagliacci, e la fine anche nelle vite di chi ne decanta la necessità assoluta. D’altronde non si sfugge a nessuna cosa che sia inesorabile per definizione; io, ad esempio, ho sempre…

Continue Reading →

“Caro, cosa posso dire di noi?” | Lettere mai spedite
Permalink

“Caro, cosa posso dire di noi?” | Lettere mai spedite

Cosa posso dire di noi? Avrei voluto spendere più parole, ma non avevo tempo di pensare né di elaborare: dovevo partire. Lo sai che non dico frasi di circostanza, mi imbarazzano quasi; ho sempre il sospetto che qualcuno scopra che non penso quasi niente di quello che recito e che,…

Continue Reading →

Caro corpo, per scriverti amore | Lettere mai spedite
Permalink

Caro corpo, per scriverti amore | Lettere mai spedite

Caro il mio corpo, per la prima volta mi hanno chiesto di scriverti e non nel senso di scrivere di te, ma finalmente nel senso di scrivere a te.Così mi consegno da un po’ in pasto a tutte le superfici riflettenti: senza vergogna, senza ragionarci. Ma so e sai che…

Continue Reading →

“Cara Francesca, il nostro viaggio lunghissimo”
Permalink

“Cara Francesca, il nostro viaggio lunghissimo”

Cara Francesca, ripescandoti dalle cose finite ti scrivo, anche se non ti troverò e ripenso camminando indietro alle uniche cose che non ti ho dichiarato anche quando non ti restava che ascoltare qualche confessione, qualche mia fantasia. Ripenso a un desiderio, allora. Ecco, te lo racconto. Quello che avrei voluto…

Continue Reading →