Poesie di un ragazzo strano | Brodo di cultura
Permalink

Poesie di un ragazzo strano | Brodo di cultura

Secondo mia nonna era tutto un grande minestrone: la politica di centrodestra era un grande minestrone, l’interesse a tasso fisso delle banche era un grande minestrone, le feste di paese, anche quelle, erano un grande minestrone. La poesia no, non lo è mai stata. La poesia era brodo per far…

Continue Reading →

#poesieperstarebene: un nuovo progetto
Permalink

#poesieperstarebene: un nuovo progetto

#poesieperstarebene è un progetto nato da un po’, giaceva nei cassetti del mio comò come pillola di ispirazione per la primavera più inoltrata e come un’oasi di conforto nelle giornate di pioggia. Ho deciso di metter i miei quaderni qui affinché le giornate grigie siano più terse non solo per…

Continue Reading →

Caro Tasso, l’estate è finita | Lettere mai spedite
Permalink

Caro Tasso, l’estate è finita | Lettere mai spedite

22:54,   Del rimpianto Caro Tasso, non è abbastanza tardi per dire che ti scrivo di notte e non è nemmeno più tempo di scriverti. Oggi sono in me tutti gli argomenti e anche un po’ d’amarezza o quel che ne resta. E’ che ti scrivo perché mi sono accorta proprio…

Continue Reading →

Madeleines | Thank you for Broccoli
Permalink

Madeleines | Thank you for Broccoli

Non sono nata vicino al mare, né ad un fiume o ad un lago. Eppure la vicinanza all’acqua ha sempre avuto su di me un potere particolare. L’anno scorso ho messo i piedi nell’Oceano Atlantico per la prima volta. Mi trovavo su una spiaggia dell’Alentejo, la spiaggia e la costa rocciosa alle mie…

Continue Reading →

Oscar, perché non ci fingiamo giovani per un attimo? | 28 Luglio
Permalink

Oscar, perché non ci fingiamo giovani per un attimo? | 28 Luglio

Apri la lettera precedente 28 Luglio Caro Oscar, questa volta il sole dell’estate ha fatto un nuovo giro e siamo di nuovo a Luglio, ma molto molto vicini ad Agosto. Sarà così che si conclude il passeggio di questa rondine che ci collega? Ho visto un film recentemente – ero…

Continue Reading →

Qui è come in Russia | Thank you for Broccoli
Permalink

Qui è come in Russia | Thank you for Broccoli

Giocavamo ad un gioco che chiamavamo Ufficio Postale. Mia nonna aveva riposto in una scatola da scarpe vecchi blocchetti di fatture, carta carbone, boccette di inchiostro Pelikan, diversi timbri di legno, un tappetino inchiostrato dentro ad un astuccio di alluminio e un depliant turistico sulle Valli di Comacchio. Sistemavamo tutto…

Continue Reading →

Niside, hai scelto tu di non salire sul treno | 30 Giugno
Permalink

Niside, hai scelto tu di non salire sul treno | 30 Giugno

Apri la lettera precedente 30 Giugno, Bologna Vorrei tanto scrivere per te un sogno. Perché ho capito che a te piacciono i sogni ma non ti piace sognare; allora ti aprirò una fessura in questo specchio, per lasciarti guardare attraverso le tue stesse narici e farti spiare un’ipotesi, in solitudine.…

Continue Reading →