Evelyn Daviddi – TRAME a Vicolo Folletto Comò Space

Evelyn Daviddi – TRAME a Vicolo Folletto Comò Space

Evelyn Daviddi è una persona speciale, un’illustratrice, un’artista, la prima che ha scelto Vicolo Folletto Comò Space come casa, fino al 31 ottobre, TRAME è un progetto che si è fatto mostra per raccontare qualcosa di lei e della sua professione come vi raccontiamo in questa intervista.

Evelyn Daviddi Comò Mag.

Ciao Evelyn, nasci come illustratrice, da un mondo di carta, come è nata l’idea di far uscire le tue creazioni e di costruire una mostra?

Ciao Chiara, faccio mostre d’illustrazione già da tempo, di solito sono sempre legate ad un argomento, ad un evento. Dopo qualche collaborazione ho iniziato a pensare anche un po’ più in grande, anche se noi illustratori siamo abituati a lavorare in piccolo, in “formato libro”, quello sul quale siamo cresciuti.

Evelyn Daviddi Comò Mag.

Come mai hai scelto Vicolo Folletto Comò Space?

La conoscenza di Carlotta, mia ex studentessa alla scuola Comics di Reggio Emilia, è stata la chiave di volta, conoscevo il magazine Comò Mag. e mi sarebbe piaciuto essere parte della sua evoluzione. Quindi ho accettato subito l’invito in questa realtà fresca e giovane, sono davvero contenta di come sia venuta la mostra. Ho adattato TRAME al luogo, mi piace che il progetto che creo dialoghi con lo spazio senza essere qualcosa di a sé stante.

Hai parlato del piccolo formato, il libro, ti chiedo se c’è un supporto su cui ti senti più sicura, su cui ti piace di più lavorare in un campo differente dall’illustrazione.

Sicuramente il mio supporto preferito rimane la carta, è anche quello del quale ho più esperienza, poi il legno è stata un’esigenza quasi dovuta. Dovendo ampliare le dimensioni è stato lo sbocco più naturale, quelle in mostra sono le mie figure, che nascono sempre sulla carta e poi vengono scontornate e tradotte in legno. L’ulteriore passaggio in tessuto è frutto di una collaborazione con mio fratello, sono tutti arazzi che diventano pezzi unici perché li rifinisco a mano con un ricamo.

Evelyn Daviddi Comò Mag.

I personaggi delle opere come li hai immaginati?

Io parto sempre da un testo, è nella mia natura d’illustratrice, di solito mi ispiro anche con la musica ma soprattutto con testi letterari. Questa mostra vuole essere una metamorfosi prima di tutto di materia: la trasformazione della carta in altro, legno o tessuto come abbiamo detto; ma anche di visione del mondo, le figure sono tutte femminili non a caso, sono io che cerco di mettere me stessa o parti di me in un racconto di immagini.

Parlaci della loro forma.

La forma appunto è un parte cruciale, tutte le forme di queste donne sono finite, “chiuse” in un certo senso ma che all’interno sono ricche di dettagli, ad esempio i capelli della ragazza con le ali sono molto decorati, sono le sfaccettature del personaggio, le sfumature di un carattere introverso ma che al suo interno rivela un mondo pieno di dettagli e personalità.

Evelyn Daviddi Comò Mag.

La mostra è parte del progetto TRAME, ci racconti cos’è e come ti piacerebbe crescesse?

TRAME significa storie che con il tessuto s’intrecciano in modi diversi e su più livelli ma anche “tra me” perché è il mio progetto ed esprime l’evoluzione del mio lavoro, al quale sono molto legata. Sono anche curiosa di scoprire dove un giorno mi porteranno tutte queste trame, se riuscirò a staccarmi un giorno dalla carta, ma non credo!
TRAME è ciò che occupa di più la mia testa in questo periodo, vorrei che prendesse vita prepotentemente anche se continua a convivere con i libri, ne sto progettando altri e tra poco ne uscirà uno nuovo. Avrei bisogno di giornate di 48 ore!

Evelyn Daviddi Comò Mag.

Trame di Evelyn Daviddi

16 settembre – 31 ottobre 2017
Vicolo Folletto Comò Space
Corso Garibaldi 1, Reggio Emilia
Lunedì – Venerdì 10.00 – 18.00
Sabato 10.00 -13.00
info@comomag.it

Evelyn Daviddi Comò Mag.

Leave a Comment