Vorrei non essere più chiamata secchiona o aliena

Vorrei non essere più chiamata secchiona o aliena

Oggi ho deciso di rispondere ad una lettera arrivata a Comò Mag. Tranquilli, non sto per aprire una rubrica di posta del cuore in pieno stile teen magazine da inizio anni 2000, ma semplicemente un piccolo spazio in cui far risuonare sogni importanti. Proprio come la letterina di Natale che abbiamo ricevuto: “Vorrei non essere più chiamata secchiona o aliena dai miei compagni”. Poche intense parole, che non potevano restare senza una risposta.

La cassetta delle lettere

Secchiona o Aliena Comò Mag.

Per Natale abbiamo posizionato nel cortile interno del Comò Space una cassetta delle lettere per raccogliere i vostri desideri e aspirazioni per il futuro. Non siamo Babbo Natale né supereroi in grado di donarvi ciò che state desiderando, ma amiamo dare valore ai vostri sogni e custodirli come oggetti preziosi. Un desiderio è una cosa molto seria, come ci ricorda la giovane comodina nella lettera citata poco sopra, a cui ora proverò a dare una risposta.

Una Lettera speciale

Secchiona o Aliena Comò Mag.

Hai cancellato il tuo nome, forse per vergogna di essere giudicata e ora non so come chiamarti. Vorrei però rivolgermi direttamente a te, quindi, se non ti dispiace, ti chiamerò piccola amica perché dalla calligrafia si capisce che sicuramente sei giovanissima.

Sai che hai fatto proprio bene a scrivere i tuoi pensieri su un pezzetto di carta? Non tanto perché riceverai questa mia lettera in risposta (chissenefrega degli sconosciuti che danno consigli), quanto perché fa bene a te mettere nero su bianco quello che provi. Non nasconderti e non tenere tutto dentro: da fratello maggiore mi permetto di dirti che ti farà bene.

Perché ti chiamano aliena?

Partiamo subito dicendo che gli alieni non sono poi così male. Ne conosco almeno quattro super top che tutti vorrebbero avere come amici: Stitch, Undi, E.T. e il Grinch. Ah già, quest’ultimo non è proprio un alieno, ma sicuramente ha una caratteristica in comune con gli altri: l’apparente diversità.

Devi sapere che alcune persone si spaventano quando incontrano qualcuno con passioni, comportamenti o attitudini differenti. Questo perché non sono in grado di comprendere o accettare ciò che non conoscono e per difendersi da questa paura per le novità decidono spesso di passare alle offese gratuite: problemi loro!

Sai perché ti chiamano aliena, piccola amica? Perché tu sei speciale, originale e unica. Sono caratteristiche importanti e preziose che non devi perdere mai. Continua a coltivare le tue passioni, comportati nel modo più naturale per te e vestiti come preferisci, se non ti va di mettere quello che indossano le altre.

Essere alieni è una figata, perché puoi fare davvero quello che ti piace! Ho un amico, S., che ama leggere libri complicati di cui io non capisco nulla: un vero alieno! C. invece si è iscritta per la seconda volta all’università. Capisci? Dopo aver finito il suo percorso di studi, ha deciso di ricominciare a passare ore e ore sui libri: un’extra-terrestre! Ho anche un’altra amica aliena, A., che è davvero stranissima perché è molto ingenua, buona e sempre super disponibile!

Quindi la prossima volta che i tuoi compagni ti chiameranno aliena ringraziali, perché noi sappiamo che non è un’offesa ma una caratteristica bellissima! Fai un bel sorriso e rispondi: “Tranquilli ragazzi, sono certa che un giorno anche voi diventerete un po’ alieni”.

Perché le persone si divertono ad offendere?

Non so darti una risposta, piccola amica, non so perché le persone provino soddisfazione nel denigrare gli altri apertamente. Ti chiameranno secchiona forse per invidia, perché non riescono a raggiungere i tuoi risultati a scuola, o per ignoranza, perché non sanno che essere diligenti è una virtù e non un difetto. Sai cosa ti dico? Ricercare motivazioni non è importante in questo caso, perché le persone che si comportano così a noi non interessano.

Pensa che qualche settimana fa stavo camminando per strada con la mia nuova sciarpa colorata e un tizio che ho incrociato ha commentato ad alta voce in modo sarcastico: “Ah, c’è Arlecchino!”. Che soddisfazione avrà ricevuto nel dire quelle parole? Bah, ma non finisce qui, mia piccola amica, non credere che abbiano offeso solo te. A me ne hanno dette tante, tipo: “faccia da scemo”, “scherzo della natura”, “frocio”, ma sai qual è la cosa bella? Non ricordo il volto di nessuna delle persone che mi ha rivolto queste offese.

Le persone sono cattive?

No, non cadere nel tranello. Ricorda sempre che le persone non sono cattive. Certo, incontrerai spesso qualche brutta faccia nella vita, ma non dargli la soddisfazione di condizionarti negativamente e di farti perdere la fiducia negli altri. Il mondo è pieno di persone belle, che aspettano solo di conoscerti e condividere con te momenti preziosi. Devi solo trovare gli amici giusti, quelli che ti amano per come sei, che sanno apprezzare le tue qualità originali e rispettare le tue difficoltà.

Ti voglio bene piccola amica così come sei: secchiona, simpatica, aliena, solare, curiosa o noiosa. Non m’importa. Ti voglio bene perché sei piccola piccola, ma non ti fai abbattere da chi è capace soltanto di dare pugni con le proprie parole.

Un abbraccio grande,
il tuo amico alieno,
Nico

Questa foto è un piccolo regalo di Irene Tondelli

Leave a Comment