Non toccarmi quando mi parli | Estroverso VS Introverso

Non toccarmi quando mi parli | Estroverso VS Introverso

Avete presente quelle persone che quando ti parlano si avvicinano talmente tanto che puoi vedere senza problemi i pori della loro pelle?  Non lo fanno apposta, è una specie di riflesso incondizionato all’euforia.
Condividerebbero tutto l’entusiasmo che hanno in corpo con un abbraccio stritolante e affettuoso!
Altri ci tengono particolarmente a toccarti mentre esprimono il loro gusto in fatto di torte gelato e vogliono sapere qual è la tua preferita appoggiandoti energicamente la mano sulla clavicola.
Ci sono persone però che di fronte ad un simile approccio, invece di lasciarsi contagiare dalla festosità e dalla gioia, si accartocciano su se stesse e indietreggiano rigide come dei tronchi di pino.

Spesso questi due universi opposti faticano a comunicare e il rapporto sfocia nell’antipatia reciproca!

Alla base della questione ci sta il fatto che esistono modi differenti di ricaricare le pile, rilassarsi e rigenerarsi.

 

Estroverso

Quando una persona estroversa per motivi di lavoro o personali  è stressata adora uscire con gli amici e svagarsi. Più gente c’è, più la mente si ricarica!  Si sfoga parlando dei propri problemi e coinvolgendo chiunque gli capiti a tiro. Svolge attività motorie, psichiche e ludiche tutte insieme contemporaneamente! Un vulcano! Dopo aver scorrazzato per la città scodinzolando può finalmente tornare a casa esausto e sfinito per risvegliarsi il giorno dopo come nuovo.

Introverso ( che non vuol dire per forza non amichevole eh )

Al contrario, quando il cervello dell’introverso è un pò in tilt, affrontare una serata in compagnia  risulta ancora più traumatico. La sofferenza di dover intraprendere una discussione vivace e sentita equivale al dover scalare il monte bianco in bikini.
In questo caso per ritrovare l’equilibro e le forze c’è una soltanto una soluzione: l’isolamento. Sono ammessi a scelta un/a amico/a o un/una fidanzato/a non molto loquaci. Insomma, per ritrovare la serenità bisogna staccare la spina dal resto del mondo per qualche ora, giorno, settimana. Il rischio è quello di sembrare degli stronzi asociali.

In ogni caso il rispetto è fondamentale. Infatti l’undicesimo comandamento dovrebbe essere questo:

Non obbligare l’introverso a fare cose strane

Oppure:

Non toccare l’introverso invano

Vogliamoci bene senza toccarci (troppo).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leave a Comment