Marta Baroni | Persone BELLE che fanno BELLE cose

Marta Baroni | Persone BELLE che fanno BELLE cose

Buongiorno!
Qualche anno fa iniziavo a interessarmi seriamente all’illustrazione e al fumetto, spulciavo negli angoli più remoti di internet per trovare ispirazioni, persone interessanti, modelli di vita e speranze da alimentare. Proprio durante uno di questi momenti lisergici mi sono imbattuta nei disegni di Marta Baroni (qui la sua pagina facebook), sentivo che avevamo molto in comune e avrei tanto voluto abbracciarla e dirle grazie! Così ho cominciato a seguire il suo lavoro ( anche la sua etichetta di autoproduzioni Tentacoli) e la sua crescita con tanta ammirazione, fino a quando pochi mesi fa ho avuto il piacere di leggere “Al sole come i gatti” il suo ultimo romanzo a fumetti edito da BAO Publishing ed è stato amore! Non volevo che finisse, me lo sono sfogliata e risfogliata e mi sono crogiolata nei colori rosa e giallo (una combo che spacca) e nelle scene di vita dei suoi personaggi. Insomma mi mancava solo intervistarla!
Eccola! 🙂

-Ciao chi sei?

Ciao! Mi chiamo Marta e non ho mai avuto un soprannome. Ho quasi 27 anni, anche se non sembra. Somiglio ai miei disegni, colleziono una quantità infinita di memorabili, non so fischiare e adoro i pop corn.

pandora-web

 

-Cosa c’è nel tuo cassetto?

Moltissimi ricordi che non butterò mai; tipo scatole carine piene di biglietti di concerti, mostre, viaggi. Polaroid tendenzialmente venute male. Una boccetta di vetro con le biglie di mio fratello. Quadernini, pupazzetti, stampe e cartoline che mi dimentico di appendere. Dolcetti e sigarette che nascondo sperando di meravigliarmi un giorno o l’altro, ma che in realtà ritrovo in un istante perché purtroppo sono tremendamente e insopportabilmente ordinata.

sr-biancapitzorno

-Qual’è la cosa che ti ispira di più?

Più di tutto le persone e i luoghi. Quelli reali, ma anche quelli della finzione: libri, fumetti, film, serie-tv ecc.
Questi qui di solito ci pensa il mio Pinterest a ricordarmeli.

spiritualized-web

sr-fuoco

– “Al sole come i gatti” la tua prima graphic novel edita da Bao Publishing, come è nato il progetto?

E’ nato dalla voglia di raccontare la mia città, Roma, il posto che amo di più al mondo. E anche dalla voglia di raccontare la magia dell’adolescenza, quell’età sospesa in cui ci sentiamo padroni del mondo e tutto sembra immutabile.Il risultato è un fumetto a sfondo autobiografico che è un po’ romanzo di formazione e un po’ guida del cuore alla Roma dei romani. Una città nascosta che il turista non conosce, fatta di vecchie borgate e di tradizioni popolari. In questi luoghi in cui il tempo sembra essersi fermato la protagonista ripercorre i suoi ricordi di infanzia e di adolescenza, prima di partire per trasferirsi altrove. La paura iniziale del cambiamento sparisce e lei parte per il suo viaggio, portandosi dietro quella che io chiamo “malinconia buona”. Non ha niente a che fare con la tristezza, semplicemente è ricordarsi da dove si viene, quali sono le nostre radici e la nostra appartenenza, così non rischiamo di perderci mai.

cop-alsolecomeigatti

alsolecomeigatti2

alsolecomeigatti1

alsolecomeigatti4

alsolecomeigatti3

-Chi sono i tuoi illustratori o fumettisti preferiti?

Ce ne sono tantissimi, diciamo che ai primi posti della mia lista del cuore ci sono quelli con cui sono cresciuta: Ai Yazawa, Vanna Vinci, Davide Toffolo, Jamie Hewlett.

 

– Domanda banale ma appropriata dato che siamo un Comò, qual è il tuo sogno nel cassetto?

E’ un sogno semplicissimo, vivere di quello che mi piace fare ed essere felice.
Ma anche vedere l’aurora boreale almeno una volta nella vita!

giornaledellalibreria

-Cosa butteresti e cosa invece vorresti avere dentro al cassetto del tuo comò?

Nel bene e nel male mi tengo stretto tutto quello che ci ho messo fino ad oggi.
Aggiungerei un’abbondante manciata di tempo in più e un biglietto aereo. Se avanza spazio ci metto dentro pure un vestitino pazzo firmato Vivetta.

 

-Cosa fai di BELLO adesso?

Ti scrivo da una Bologna piena di sole, sembra primvera! Sto seduta in un bar e leggo il secondo libro della saga di Wildwood.

 

-Che progetto hai in cantiere?

Sto lavorando al mio nuovo libro a fumetti che uscirà nel 2017, sempre per la BAO Publishing. Racconta l’avventura di Uma e Killian, due ragazzi di 17 anni alle prese con un pozzo magico e la scoperta di se stessi.

 

-Ci consigli qualcuno o qualcosa di BELLO?

Steve Universeuna delle ultime serie di Cartoon Network che amo alla follia.
Kill V. Maim, il nuovo pezzo di Grimes, che è sempre più bella e matta.
E per forza anche il video di questi due cuccioli di Stingray perché sono la cosa più dolce del mondo.

Leave a Comment