Poesie di un ragazzo strano | Brodo di cultura

Poesie di un ragazzo strano | Brodo di cultura

Secondo mia nonna era tutto un grande minestrone: la politica di centrodestra era un grande minestrone, l’interesse a tasso fisso delle banche era un grande minestrone, le feste di paese, anche quelle, erano un grande minestrone. La poesia no, non lo è mai stata. La poesia era brodo per far ringiovanire il pane secco e, a quei tempi, i soldi per il pane, non erano poi molti.

Brodo di cultura

Sedano
pistacchi
carote
e versi sparsi
Cipolla
curcuma
patata?
quella già
me l’hai data

Leave a Comment