Come prendere una decisione serenamente?

Come prendere una decisione serenamente?

Ecco, devo prendere una decisione! È giusto accettare quell’appuntamento al buio? Devo chiarire con il mio amico? Sono troppo vecchio per andare in vacanza a Ibiza? Devo accettare quella proposta di lavoro? Tranquilli! Tutti i dilemmi che vi passano per la testa troveranno finalmente una soluzione (e solo grazie a voi!).

Tutte le volte che devo prendere una decisione entro in uno stato d’ansia più o meno accentuato a seconda dell’importanza della questione in ballo. Capita anche a voi? Non vorrei vivere senza fare mai una scelta, sia chiaro, però prendere una decisione a cuor leggero non è semplice.

La scorsa settimana ho ritrovato un vecchio block notes di Knock Knock acquistato un paio di anni fa a Londra, da Liberty, e mai scartato. Si chiama “make a decision” e ha l’obiettivo di aiutare gli indecisi a fare chiarezza. Nessun consiglio esistenziale o suggerimento da life coach illuminato. Semplicemente una griglia da compilare, frasi a cui dare una risposta e tabelle da riempire.

Ho deciso che era arrivato il momento di provarlo e, devo ammettere, che mi sono trovato bene. Ha aiutato i miei pensieri a focalizzarsi in maniera costruttiva e in poco tempo ho riordinato le idee. Forse per prendere una decisione, a volte basta darsi il tempo di riflettere con ordine e calma?

Per questo ho deciso di proporvi un infallibile strumento per prendere le vostre decisioni, ispirato al blocco acquistato a Londra e ad una serie X di siti che ho consultato compulsivamente. Io mi prendo semplicemente i meriti di questa veste grafica azzurrina, che vi permetterà di riflettere gioiosamente. Ora vi presento lo schema passo per passo. In fondo all’articolo trovate la scheda da scaricare e stampare (quante volte volete).

Prendere una decisione Comò Mag.

Prendere una decisione: primi passi

Per prima cosa diamo un nome al nostro dilemma. Poi fissiamo un limite di tempo entro il quale prendere la decisione: questo sarà importante per dare un freno ai nostri ragionamenti inconcludenti. Scampato il rischio di incappare in una catena (di Sant Antonio) di pensieri, indichiamo il grado di importanza della questione e il nostro livello interno d’indecisione. Da 1 a 5, come su TripAdvisor.

Prendere una decisione Comò Mag.

Prendere una decisione: secondo step

Diciamoci chiaramente qual è la posta in gioco. Questo passaggio può essere davvero utili per capire le proporzioni reali della questione. In maniera sincera indichiamo il miglior scenario possibile (se tutto va per il meglio…) e il peggiore (se dovesse andare male…).

Prendere una decisione: terzo step

Diamo spazio “allo stomaco” scrivendo di getto cosa ci attira e cosa ci frena. Non serve un ragionamento razionale, agiamo d’istinto. Confrontando le due tabelle compilate possiamo trarre la prima conclusione che deve essere rigorosamente “di pancia”. Sì, esatto, proprio come nelle giurie di un qualsiasi talent show.

Prendere una decisione Comò Mag.

Prendere una decisione: quarto step

Ora diamo spazio alla nostra razionalità (talvolta complessa) compilando una meditata lista dei pro e dei contro. Questo è un passaggio fondamentale in ogni processo decisionale, proprio come Rory Gilmore ci ha insegnato in 7 stagioni di Una mamma per amica.  Questa lista ci permetterà di arrivare alla conclusione razionale.

Prendere una decisione: ultimo passo

La verità sta in mezzo tra la conclusione di pancia e quella razionale? Probabile, ma non è necessario. Quello che è importante è che ora abbiamo tutti gli elementi per prendere la nostra decisione. Next step: capire come procedere per mettere in atto la nostra scelta.

Prendere una decisione Comò Mag.

Ecco la scheda da scaricare e stampare in tante copie a seconda di quanti dilemmi vi passano per la testa! Ah, se ve lo state chiedendo: sì, ora ho un buco all’orecchio destro.

Prendere una decisione Comò Mag.

2 Comments on this Post

  1. Mi piace! Un modo semplice e pulito per affrontare le cose un passettino alla volta: a volte a rovinare tutto è proprio la fretta e la confusione che ne deriva.

    Rispondi

Leave a Comment