Da quando mi hai lasciato pure tu | Karaoke al volante

Da quando mi hai lasciato pure tu | Karaoke al volante

“da quando Baggio non gioca più…
da quando mi hai lasciato pure tu…
non è più domenica”

(Marmellata #25)

Insomma, vagavo per le viuzze di una cittadina vicina, di sera, tra una deviazione e l’altra, che maledici i lavori stradali a tradimento, gli autovelox imprevisti e i semafori lampeggianti che non capisci mai chi ha la precedenza.
Probabilmente ero anche abbastanza gioiosa, truccata bene, con lo smokey eyes nero copiato da un tutorial del Vanity Fair del mese scorso e il rossetto prugna di Kiko.
Ma se mentre la tua esistenza si sbottona la camicetta per prendere aria, cambi stazione FM ossessivamente, fino a quando non trovi la colonna sonora giusta, adatta al tuo umore nefasto, ecco che radio killer ti scaraventa nelle orecchie un pezzo che non puoi fare altro che ascoltare come una nonna che rimpiange l’amore ai tempi della guerra.

“Ahhhhh da quando Baggio non gioca più…ahhhh da quando mi hai lasciato pure tu…non è più domenica…non si dimentica”

mi hai lasciato - Comò Mag.

Già. Perché da quando non ci sei più, non esiste temporale che mi faccia stare male, nemmeno il sole ripaga il mio libero arbitrio da tutti gli sforzi che faccio per non pensarti.
Non c’è più Baggio a vincere le partite.
Non esiste più calciatore devoto al pallone. Il calcio si è andato piano piano a sfracellare.

Ed è così. Il mio cuore senza te non è altro che un cumulo di speranze frullate, rese imbevibili da un barbiturico al sapore di banana che volontariamente ci hai buttato dentro.
Vorrei ucciderti, ma non ne ho la forza.
Perché da quando mi hai lasciato pure tu…non è più domenica.

(oltretutto mi si è rovinato lo smokye eyes prima di arrivare a destinazione.)

Le illustrazioni di questo articolo sono state realizzate da Gianluca Petralia.

Leave a Comment