Una ribellione color pastello: Fotografia Europea sul Comò

Una ribellione color pastello: Fotografia Europea sul Comò

Cosa accadrebbe se si incontrassero un Iger e un creativo di professione? Se i primi uscissero dalla loro galleria digitale e i secondi superassero i bordi dei fogli bianchi per contaminare un’immagine a cornice 1:1?
Si potrebbe parlare di rivoluzione. Una rivoluzione dai toni pastello. Vi sembra impossibile? Noi lo faremo succedere in occasione di Fotografia Europea a Reggio Emilia, in una mostra inedita firmata Comò Mag dal 20 aprile al 5 maggio.

Comò Mag. ritorna al Festival

Da dove nasce sempre una rivoluzione? Da una domanda. Cosa vorremmo cambiare?
Ed è proprio questo il filo conduttore del progetto di Comò Mag., Ribellione dai Toni Pastello. Abbiamo riletto il tema dell’edizione 2018 di Fotografia Europea con i nostri occhi, e questo è quello che ne è nato: l’idea ribelle di unire in coppia un Instagramer e un artista, lasciare che gli scatti e l’immaginazione creativa diano vita al cambiamento, per un’opera unica che fonde due universi paralleli in un’utopia realizzata.

Comò Mag. ritorna a ViaDueGobbiTre

La cornice ideale per tutto questo torna ad essere quella del Civico 3 in Via Due Gobbi: un palazzo la cui antichità viene contagiata dall’estro degli artisti che vi abitano e lavorano, rendendolo una galleria d’arte a cielo aperto perfetta per questa combo inedita di diverse dimensioni creative.

Info

Vita da Igers – ribellione dai toni pastello vi aspetta in via dei Due Gobbi 3 a Reggio Emilia, insieme alle altre esposizione che l’Atelier ha organizzato in occasione di Fotografia Europea.

Inaugurazione venerdì 20 aprile 18-24

Sabato 21 aprile 10-24
Domenica 22 aprile 10-24

Martedì 24 aprile 19-24
Mercoledì 25 aprile 10-20

Sabato 28 aprile 10-20
Domenica 29 aprile 10-20

Apertura eccezionale in occasione della Notte Off
Sabato 5 maggio 20-24

Fotografia Europea 2018 Comò Mag.

Volete sapere qualcosa di più sulle magiche coppie di Igers e Creativi?
Ovviamente STAY TUNED, COMODINI!

 

L’immagine guida della mostra è uno scatto di Andrea Sopranzi trasformato dall’intervento creativo di Carlotta Scalabrini.

Leave a Comment