Cara Moody, non mi innamoro mai di nessuno

Dubbi, amori inquieti, lavori noiosi, relazioni strane, brutta gente: se anche tu hai qualche questione irrisolta, la soluzione e qui! Moody Jules è tornata sul Comò con la sua posta dei sentimenti e dei tormenti. Partiamo subito con la prima lettera che è arrivata a  moody@comomag.it.

La lettera

Carissima Moody Jules,
seguivo con passione il tuo Oroscopo Brutto, fonte di infinita ispirazione. Sono davvero felice che tu sia tornata e ho molto voglia di sottoporti tutti i problemi della mia vita nella ricerca disperata di un buon consiglio.

Mi presento. Sono Trash Maliconico, mi piacerebbe avere 25 anni e vivo in un piccolo appartamento situato nella mia confort zone. Vorrei trovare l’amore, ma non ne sono capace. Colleziono primi appuntamenti strani, frequentazioni notturne e brevi storie finite prima di iniziare. Difficilmente mi lego sentimentalmente a qualcuno e ovviamente non mi innamoro mai di nessuno. La cosa che mi riesce meglio? Fare Goshting. Come posso migliorare la mia situazione?

P.S. Ultimante mi sto sentendo con un operatore funebre. Che faccio, ci esco?

Con affetto,
Trash Maliconico

La risposta di Moody

Mio dolce Trash Malinconico, prima di tutto ti ringrazio per la fedeltà al sarcasmo che ti ha riportato a scrivermi. I tempi dell’oroscopo, ahimè, sono finiti e mi sono dovuta genuflettere a mani giunte al cospetto della supremazia di Paolo Fox.

Ma veniamo al dunque: come il nome che hai scelto, la tua lettera rilascia un sapore combinato tra pioggia scrosciante in una fredda giornata invernale e una passeggiata tra i fiori. Tra la discesa umorale e la joie de vivre. Capisco come ti senti, partiamo dalle cose semplici.

Non avere più 25 anni non è un crimine né una benedizione, ma un puro e semplice dato di fatto. Smettiamola di pensare che le creme pubblicizzate per le over 50 funzionino davvero, è evidente che quelle modelle di anni ne hanno al massimo 40. E poi, se tanto mi da tanto, sei una di quelle persone a cui da adolescente dicevano: “Cavoli, sei molto maturo per la tua età!”. Quindi a pensarci bene, se è tutta la vita che non dimostra la tua età, che cosa ca**o cambierà in futuro?

Ora, la questione più ostica e gettonata: l’amour. Parliamoci chiaro, siamo nati e cresciuti con Dawson’s Creek, credendo che fare due chiacchiere con la tua migliore amica sul tetto di casa ti portasse a conoscere il sentimento eterno. Poi è arrivato Max Pezzali con ‘La regola dell’amico’, ma ormai era troppo tardi, eravamo già nel tunnel.

I tempi cambiano e noi con loro. Viviamo nell’era del sintetico in cui l’unica cosa che sia ‘per sempre’ e socialmente accettata sono i tatuaggi. Quindi non è vero che non sei capace, stai solo ‘rinascendo’ in un’altra epoca, con un altro ritmo. Innamorarsi di qualcuno non è una cosa di cui si deve essere capaci, succede e basta. In quel lasso di attesa, il mio consiglio è quello di godersi la vita col sole in faccia e il vento tra i capelli, proprio come sul tetto di Dawson. E se non ti riesce, se la tua smania di stimoli ti porta a frequentazioni improbabili, allora prendilo come un esperimento sociale. Stila un quaderno, fai un concorso a punti, vedi tu.

Ah, a proposito: gli operatori funebri non fanno certo il lavoro più allegro del mondo, ma normalmente guadagnano un sacco di soldi…io te l’ho detto!

Bisoux,
Moody Jules

Manda la tua lettera

Scrivi i tuoi problemi irrisolti a moody@comomag.it oppure lasciaci un messaggio privato su Facebook e Instagram. Puoi scrivere tutto ciò che vuoi, c’è sono solo una regola molto importante: l’anonimato creativo.

Gli altri consigli di Moody

Lascia un commento