Andiamo ad Allattare

pexels-photo-102170

Magari non sul trattore in tangenziale!

Il titolo di questo articolo non lascia spazio a dubbi: oggi vi parlerò di allattamento. Ebbene sì, cari amici e amiche del Comò, oggi ve tocca. So anche che molti di voi bypasseranno questo articolo pensando che si tratti di un argomento lontano anni luce… Per poi ritornarci con sorriso amaro successivamente quando ormai il vostro destino sarà segnato inesorabilmente dalla presenza del vostro angelico pargoletto.

Quindi, bando all’avarizia (di tempo) e continuate a leggere.

Settimana Mondiale per l’Allattamento

Si è da poco conclusa la SAM 2016, ossia la Settimana Mondiale per l’Allattamento Materno, che in Italia si celebra la prima settimana di ottobre, mentre nel resto del mondo la prima di agosto. Il tema affrontato quest’anno afferma il ruolo chiave dell’allattamento per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

Mica patatine.

Il tema della SAM è lanciato dalla WABA, World Alliance for Breastfeeding Action, l’Alleanza mondiale per interventi a favore dell’allattamento, persone, reti ed organizzazioni che proteggono, promuovono e sostengono l’allattamento al seno, basata sulla Dichiarazione degli Innocenti e la Strategia Globale per l’Alimentazione dei Neonati e dei Bambini dell’OMS e dell’UNICEF. Qui il sito internazionale della WABA dedicato alla SAM.

Cultura dell’allattamento

Quello che emerge e che solitamente si sottovaluta è proprio l’aspetto globale dell’allattamento, di come un gesto così semplice e naturale porti con sé conseguenze positive per tutti, a partire dal bimbo e la sua mamma. L’allattamento non riguarda solo esclusivamente la diade bambino-mamma. È qualcosa che va oltre, coinvolge il papà, la famiglia, le amicizie, le istituzioni, la società.

Tutti devono dare una mano e incoraggiare l’allattamento.

Ed è per questo che è fondamentale promuovere una sana cultura all’allattamento. Alla base di tutto c’è l’informazione corretta su cosa significhi allattare, i benefici e ovviamente anche le fatiche. Significa condividere le proprie esperienze tra mamme, tra donne, risolvere dubbi, problemi con persone competenti, e quindi procedere con le proprie decisioni, in maniera consapevole.

Ma veniamo al lato pratico, di come la nostra benamata società possa dare una mano a noi mamme nutrici.

allattamento in pubblico

Allattare in pubblico

Ricordo le prime volte che uscivo con Noè e dovevo allattarlo. Ero sempre in agitazione, e se gli viene fame dove lo allatto? Cosa faccio? Torno in macchina? E se sono lontana? Caos! E meno male che allattare doveva essere comodo! In realtà lo è, solo che io dovevo ancora abituarmi ed entrare nel giusto mood.

Ho infatti capito che allattare in pubblico non poteva e non doveva essere un problema. Non sono certo un’esibizionista e lungi da me l’idea di mostrare le mie grazie al vento, quindi certo, lo faccio sempre con molta discrezione, ma non ho problemi a tirare fuori la zinna se Noè necessita, dal ristorante, al parco o in chiesa.

Da qualche anno ci sono i Baby Pit Stop Unicef: spazi protetti presenti in alcuni locali che possono essere negozi, bar, biblioteche che hanno aderito dove la mamma può allattare e cambiare se necessario il proprio bambino. Delle zone franche, delle isole felici. La cosa strana è che quella che dovrebbe essere l’abitudine, una cosa normalissima, sia in realtà una rarità ed eccezione che debba essere segnalata, quando la normalità sarebbe che ogni locale predisponga un fasciatoio e dia il benvenuto alle mamme che allattano.

Quindi ecco NON ABBIATE PAURA, VERGOGNA, IMBARAZZO ad allattare in luoghi pubblici, anche questo è un piccolo gesto che può aiutare a creare e diffondere una sana cultura all’allattamento. Per aumentare la consapevolezza sull’argomento vi segnalo la pagina FB di Mamma Pilar che ha ideato un bellissimo progetto per rendere normale l’allattamento in pubblico, quindi se avete foto “stupendissime” che vorreste condividere, inviate!
Un’altro progetto interessante è Public Breastfeeding Awareness Project, il nome parlà già da sè…dategli un’occhiata, please!

allattamento in pubblico

E come dice la mia amica Pilar #normalizingbreastfeeding!

Lascia un commento