Buon compleanno

Un Caffè a tavolino 
Buon compleanno a te che stai leggendo queste righe digitali per prenderti una pausa, perché non sai cosa fare o perché hai appena cominciato a seguire questa webzine.

Buon compleanno è un augurio che porta calore al cuore se detto con trasporto e vero sentimento, un augurio di rinascita per festeggiare un altro anno di (lieta, mi auguro) permanenza sulla Terra. 
Oggi è la tua giornata e sei autorizzato dalla tua stella a fare quello che più ti piace, ciò che ami davvero in questo momento della tua vita speciale, sì speciale. 
Pochi anni fa un poeta amava passare l’anniversario della sua nascita sdraiato sulla terra delle sue colline ad ascoltarne il suono, per lui questa era La Beltà. Il poeta in questione è Andrea Zanzotto che, nonostante sia stato insignito di plurimi riconoscimenti letterari, non ha mai lasciato la sua Pieve di Soligo in Veneto. 
Qualcuno penserà: “che sfigato.” Forse, ma se ti rende felice fare qualcosa di, apparentemente, stupido che non dà noia a nessuno cosa a aspetti a farlo? 
Sdraiati e ascolta i tuoi desideri, ognuno di essi è speciale, sì speciale.  
Buon compleanno. 
Nel mio paese di A. Zanzotto
da Dietro il paesaggio
Leggeri ormai sono i sogni,
da tutti amato
con essi io sto nel mio paese,
mi sento goloso di zucchero;
al di là della piazza e della salvia rossa
si ripara la pioggia
si sciolgono i rumori
ed il ridevole cordoglio
per cui temesti con tanta fantasia
questo errore del giorno
e il suo nero d’innocuo serpente
Del mio ritorno scintillano i vetri
ed i pomi di casa mia,
le colline sono per prime
al traguardo madido dei cieli,
tutta l’acqua d’oro è nel secchio
tutta la sabbia nel cortile
e fanno rime con le colline
Di porta in porta si grida all’amore
nella dolce devastazione
e il sole limpido sta chino
su un’altra pagina del vento.

Lascia un commento