Cara Moody, vorrei dei nuovi amici: come si fa?

Oggi Moody Jules ci va già pesante! Nessuna cattiveria gratuita ovviamente, ma solo una scrociante doccia fredda per la nostra Cambiamento_NoGrazie, che ha scritto una richiesta di aiuto alla posta dei sentimenti e dei tormenti. Al centro della lettera di oggi ci sono gli amici e le relazioni che talvolta si compicano con gli anni. La nostra Jules sa quando serve un bello scossone e non si tira mai indietro. Tutti avvisati!

La lettera

Cara Moody,
sono Cambiamento_NoGrazie e affronto la vita rimpiangendo il passato.
Vorrei dei nuovi amici da cambiare con i miei, dove li trovo?

Mi spiego. Voglio benissimo a tutti i miei amici e non voglio eliminarli, ma ormai le nostre vite hanno esigenze troppo diverse e divise. Non mi sento più parte di qualcosa. Loro sono tutti impegnati, io sono single. Loro non hanno voglia di fare un tubo a parte cene su cene interne, io ho voglia di fare cose nuove. Alcuni se ne vanno in altri città per il lavoro o in altre case a convivere e io resto qui.

Vorrei cambiare aria, perché se no poi mi viene il nervoso e odio tutti (cosa molto brutta, da non fare). Quindi eccomi alla domanda iniziale: dove trovo dei nuovi amici? Esiste il Tinder dell’amicizia? Metto annunci sui giornali o sondaggi su Instagram? Non dirmi che devo iscrivermi a uno di quei corsi serali tipo di cucina, fotografia o teatro per poi uscire con il gruppo di cucina, fotografia o teatro. Vero?

Aspetto il tuoi aiuto e nel mentre per risolvere la situazione non faccio nulla.

Con affetto,
Cambiamento_NoGrazie

La risposta di Moody

Cara Cambiamento_NoGrazie,
non vorrei partire subito con una mazzata sui denti, ma non trovi che il tuo messaggio sia un po’ contorto? Che è poi un modo gentile per dire ‘incoerente’. Almeno, è quello che passa quando si dice di cercare un cambiamento e poi si sceglie un nome così.

L’aiuto che mi chiedi potrà non essere piacevole, lo dico subito, e andrò a ritroso rispetto a quanto scrivi nella tua lettera. Come prima cosa: alza il culo dal divano. ‘Non fare nulla per risolvere la situazione’ non è contemplato. Ti concedo un altro po’ di tempo se proprio vuoi, ma con la fine di agosto si concludono anche tutte le procrastinazioni, per quanto mi riguarda. Settembre è il VERO inizio dell’anno…altro che gennaio.

Dopodiché, se esista o meno il Tinder dell’amicizia non lo so. Nell’attesa puoi comunque usarlo, se sei pratica: dicono sia il regno della trombamicizia, magari una nuova conoscenza, anche casta, ci salta fuori lo stesso. Oppure, cosa ci sarebbe di male nel fare un corso di cucina? Non dico che tu debba andarci per forza e che altrimenti finirai sola ad accudire cento gatti, ma iniziare a pensare che non sia una stronzata potrebbe essere un primo passo nel riuscire a esplorare altri territori. Tra l’altro, cosa molto importante, senza avere l’aria di una che chiede l’elemosina alla banca dei rapporti interpersonali.

L’ultimo getto di questa doccia fredda arriva alla questione iniziale: cambiare gli amici perché i tuoi ti annoiano. Prima di tutto, occhio a sputare nel piatto in cui hai mangiato per anni e anni. Seconda cosa: dovresti secondo me accettare che i tuoi amici, quelli attuali con villetta e figli o trasferiti in altre città, non li cambi. La villetta l’hanno presa, i figli sono nati, non dico che i giochi siano chiusi ma…quasi. Loro te li devi tenere così, se non ti piacciono più e non vuoi averci niente a che fare devi mettere in conto il rischio di non vederli mai più, nemmeno per una cena ogni tanto. Se invece vuoi vederli ‘col contagocce’ e cercare altre amicizie più coinvolgenti, nessuno ti vieta di farlo, ma non puntare al miracolo insomma.

Nella speranza che tu ti sente rinfrescata e non troppo traumatizzata, in ultima battuta ti dirò che secondo me un weekend per i fatti tuoi, in un posto dove nessuno ti conosce, è un primo antidoto.

Cordialmente…e su le chiappe dal sofà! Hop hop!
Mrs. Jules

1000 Moody per essere felice amici Comò Mag.

Scrivi la tua lettera

Partecipare è semplice, c’è sono solo una regola molto importante: l’anonimato creativo.

Anonimato perché non pubblicheremo nomi, cognomi e informazioni riconducibili a te, creativo perché Moody desidera che tu dia sfogo alla tua mente creando un nome di fantasia che ti descriva in grande libertà.

Scrivi i tuoi problemi a moody@comomag.it, Facebook Messanger o in Direct su Instagram al profilo di Comò Mag.

Gli altri consigli di Moody

Lascia un commento