Il Comò innamorato

Love

Sullo sfondo di una parete azzurrina
Gialla si stagliava una lampadina,
Era alta, slanciata, molto elegante,
Quel suo fascino austero era davvero invitante.

Un po’ più in basso di quell’alta donzella
C’era un comò di lucido legno,
Di tanti cassetti il suo cuore era degno,
Mille e più cose lui conteneva  lustrini, bottoni, ricordi e giornali
E altri oggetti molto più rari.

Love

 

Non è difficile indovinare che tipo di sguardi cominciava a lanciare.
Sotto quel legno resistente
Si nascondeva un affetto insistente.

Di un devoto e d’un innamorato il comò era l’imago:
“Donzella Lampadina, bella più che mai,
Io ti proteggerò da mille guai:
Un’infausta padrona,
Il nuovo design
Ed i pretendenti che non mancano mai”

[illustrazione di Luigi Leuce per Comò Mag.]

Lascia un commento