Emerginati Social

Comò Mag. – Social Popularity
emarginati social - Comò Mag

Qualche giorno fa, aprendo il mio profilo Instagram, che come quello di ogni nopinion leader che si rispetti è seguito a mala pena da mia madre, mia sorella e una sua amica, ho trovato un commento insolito che ha subito attirato la mia attenzione. Insolito perché non si trattava di una considerazione sulla mia foto caricata la sera precedente, ma di una vera e propria richiesta d’aiuto.

Seguaci aiutatemi per piacere

Queste le prime parole del commento, postato da una ragazzina, a me sconosciuta, di appena dodici anni (il nome del suo profilo terminava, infatti, con un inquietate 2003). Suonava come un vero SOS, proprio come quelli che arrivano ogni giorno alle potenti orecchie di Superman. Qualcuno ha bisogno di me, mi sono detto, e non posso tirarmi indietro. Continuo a leggere.

 
emarginati socialObiettivo 100 followers (emoticons a caso)
 

Mi sono immediatamente reso conto di trovarmi davanti ad un problema serio. Vado sul suo profilo e scopro che è seguita appena da 37 persone. 37? Mi è subito salito un senso di pesantezza allo stomaco, quello stesso che mi viene ogni volta che vedo in televisione una famiglia di Extreme Makeover Home Edition soffrire per l’inadeguatezza della propria casa. Come può una ragazzina così giovane, simpatica e sbarazzina (come le sue foto dimostrano) non raggiungere neppure i 50 followers? Eppure gli ingredienti per un buon successo ci sono tutti: selfie davanti allo specchio, boccucce a vanvera, foto della sorellina più piccola che fa subito tenerezza e screenshot di WhatsApp che fanno tanto sorridere. Torno al commento perché non era ancora finito.

Ricambio ovviamente seguendovi e in + per voi un like a tutti i post + commento per ogni post

Che dodicenne piena di valori, ho pensato. Non vuole solo farsi aiutare ma è pronta anche a ricambiare il favore, ben consapevole che la vita è tutto un dare per ricevere. Non potevo fare finta di niente, sarebbe stato come trovare un messaggio di aiuto all’interno di una vecchia bottiglia e non leggerlo, perché tanto i naufraghi non esistono più neppure all’Isola dei Famosi. E inoltre che proposta allettante! Mi avrebbe ricambiato con tantissimi like, che avrebbero fatto immediatamente schizzare alle stelle la mia popolarità sui social. Ma certo che ti aiuto dolce ragazzina! Ma voglio fare anche di più, ed è per questo che ho deciso di dedicare il mio primo post proprio a te, cara tizia 2003.

Voglio, infatti, far luce su tutte quelle povere persone che soffrono ogni giorno perché le loro foto non ottengono abbastanza like, perché i loro post non vengono condivisi da nessuno e il numero dei follower sui loro profili non aumenta. Davanti a questo non possiamo restare fermi, dobbiamo agire. Dito sul touchscreen e followiamo gli emarginati social, perché non diventino anche degli emarginati sociali.

emarginati social

Lascia un commento