Lottozero: arte tessile, design e creatività a Prato

A Prato esiste uno spazio creativo e studio di design di quattrocento metri quadrati situato in un vecchio magazzino; il suo nome è Lottozero.

Prato, uno dei distretti tessili più importanti a livello mondiale fin dal Medioevo, è legata da un sottile filo a Lottozero, hub polifunzionale che vuole accogliere tra le sue mura giovani artisti, designer e artigiani che adoperano tessuti di varia natura nelle loro creazioni.

Dove si trova: via Arno 10, 59100, Prato (PO)
Di cosa si occupa: spazio creativo con area espositiva e studio di design
Per scambiare quattro chiacchiere: info@lottozero.org | +39 0574 22883

Lottozero Comò Map.

Il cassetto di Lottozero

Lottozero è nato nel 2016 nel magazzino appartenuto al nonno delle sorelle Tessa e Arianna Moroder, il quale si trovava dal 1979 in uno stato di totale abbandono.
Lo spazio, che le due sorelle hanno ereditato nel 2012, è rimasto inoccupato per due anni finché la loro idea non è divenuta realtà. La sua concretizzazione è stata, inoltre, frutto della formazione di Tessa e Arianna: economista la prima, designer la seconda.
A loro, si sono aggiunte Alessandra Tempesti e Elena Ianeselli.

L’idea di Lottozero nasce dall’esigenza di creare uno spazio in cui i giovani creativi possano disporre, come le loro controparti internazionali, di un luogo di sperimentazione, di lavoro organico, di confronto e di accesso alle informazioni.

Il principale obiettivo di Lottozero è quello di diventare un vero e proprio incubatore creativo e uno spazio territoriale per designer e artisti italiani e stranieri: questo significa migliorare le attività di tutoraggio e fundraising e di garantire il successo dei programmi co-progettati, facendo diventare Prato stessa un polo creativo.

Tessa e Arianna Moroder Lottozero Comò Map.

Com’è fatto Lottozero

A Lottozero trovano sede uno spazio coworking, che funge da studio condiviso, dove convivono, collaborano e co-progettano artigiani, artisti e designer, e hanno luogo workshop, conferenze, corsi di cucina e meeting; un ufficio di design, che si occupa di ricerca, scouting e tutoraggio; la Kunsthalle, una galleria aperta al pubblico atta favorire l’accesso alla cultura tessile; e un laboratorio in cui idee e macchinari per la progettazione e la produzione di tessili vengono condivisi con l’intera città.

Lottozero offre anche un residence, il quale gli permette di differenziarsi da molte realtà simili. L’appartamento è ubicato sopra al laboratorio e comprende una camera da letto, una cucina che funge anche da soggiorno e un bagno. In questo modo i designer che necessitano di soggiornare per un periodo a Prato possono immergersi appieno non solo nell’ambiente dinamico della città toscana, ma anche nel mondo di questa realtà innovativa.

Ciò che lega le aree di Lottozero tra di loro e alla città di Prato è la passione per il tessile, per la sua storia, la sua cultura e le sue tradizioni.

Lascia un commento