Malessere Immeritato | Poesie di un ragazzo strano

Ragazzo Strano Comò Mag.

Ok, sono un ragazzo strano. Ma non sempre, il più delle volte diciamo. A volte sono anche triste. No, veramente sono quasi sempre triste. Sì, lo ammetto, sono un ragazzo strano e triste.È anche vero che sono triste in un modo strano, stranamente triste. Tristemente strano? No, questo no, in modo fico.

Malessere Immeritato

Sono il virtuosismo della penna
soffro privo di motivo alcuno
opacamente mi dileguo
dagli attimi giocondi
Mi distorco senza tregua
e fremo per il movimento
nonostante sia un binario
senza fine e incidenza

Malessere immeritato Comò Mag.

Lascia un commento