Nuovamente Vintage

rp_blogger-image-1583820032.jpg
Comò Mag. torna nel mondo del vintage avvicinandosi ad una realtà positiva ad ampio indice di coinvolgimento. Mi hanno parlato di un negozietto diverso dagli altri…

Reggio Emilia, via Meucci.

L’ambiente è eterogeneo, ampio, luminoso e con un magazzino enorme. Questa è la sede di Nuovamente, un progetto di cooperazione, che dal guadagno di oggetti recuperati crea dei percorsi creativi per persone in difficoltà e non solo, sono, infatti,molti i volontari e gli addetti ai lavori.
Mi accolgono Edoardo, responsabile del negozio vintage Nuovamente vestiRE, e Francesca, responsabile di Nuovamente.
BENVENUTI!
Nuovamente accoglie oggetti, abiti e complementi d’arredo che altri non utilizzano più e recuperano il loro bello, selezionando il meglio senza seguire le regole della moda, lavorando mettendo a frutto le abilità degli adetti ai lavori per trasformare il “poco” in “tanto”.
Si respira un clima diverso da tutti gli altri posti che il Comò ha visitato: c’è tranquillità anche se tutti stanno lavorando, ognuno ha un compito preciso assegnatoli in base alle proprie capacità e servono calma e tempo per vedere e scovare tutto quello che Nuovamente ha in esposizione.
Non poteva mancare un Comò naturalmente!
Nuovamente è un progetto nato grazie a Caritas ed è un nuovo modo di pensare l’oggetto usato, ma non solo, poichè quello che buttiamo era parte di noi e presto apparterrà a qualcun’altro, così come un vestito di una ragazza che nemmeno conosciamo sarà indossato da un altro corpo, sarà sempre se stesso e contemporaneamente qualcosa di diverso.
Foto di Giuseppe Maria Codazzi scattate alla mensa Caritas, tema in accordo con EXPO 2015
Nuovamente esiste da tempo ma ora è in restyling per promuovere se stesso e la sezione di Nuovamente vestire. Con l’avvicinarsi dell’estate sono in cantiere attività ludiche,  aperitivi e future collaborazioni, che strizzano l’occhio ai giovani e al sociale.
 
Caffè da Nuovamente?
La nostra attenzione, come ormai da tradizione, si sposta sugli abiti.
Mi accompagna Edoardo che mi parla più precisamente del nuovo volto che s’intende dare a Nuovamente vestiRE.
Ex portabottiglie divenuto porta foulard, geniale, vero?!
Il negozietto è proprio alla destra dell’ingresso principale, un angolo accogliente, di fianco ad un salotto di lettura dove potrete trovare libri di ogni genere letterario. L’intero arredo è riciclato, ogni oggetto che vedete in esposizione è in vendita ed è simbolo della filosofia di Nuovamente, rimettere a nuovo (perdonate il gioco di parole ma è proprio questo che si fa qui) qualcosa che fino a ieri non lo era.
Camicie per ogni gusto e taglia
Dopo le dovute presentazioni ci rimane un momento per le domande:
Cosa c’è nel cassetto del comò di Nuovamente vestiRE ? Oltre a magnifici capi vintage ovviamente…
Nel cassetto di Nuovamente vestiRE ci sono essenzialmente due cose: la voglia di cambiare un luogo comune e fare capire che costoso e firmato non significa bello e alla moda. Ci piacerebbe riuscire a trasmettere questi due concetti fondamentali attraverso il passaparola e il web.
Da cosa è partita la voglia di inaugurare una nuova sezione di Nuovamente? 
Ci piacerebbe dare una visibilità diversa, soprattutto rispetto al luogo comune legato al nome Caritas, vecchio non significa brutto e rovinato! La nascita della sezione vintage vorrebbe unire il valore del pezzo unico al vestito di seconda mano.
Infine una richiesta un po’ modaiola: un consiglio per rinnovare il proprio look con uno stile nuovo ed originale.
Vestitevi seguendo le inclinazioni personali senza curarvi del giudizio altrui perché avere un look assemblato Nuovamente equivale ad essere unici ed inimitabili.
Borse, accessori e scarpette
Nuovamente vestiRE è sui social, tenete d’occhio la pagina (le foto degli shooting sono stupende, come le modelle!) per non perdere vendite speciali, concerti per pochi intimi e … non diciamo tutto, altrimenti che sorpresa è?
Comò Mag. ha visitato il Nuovamente di Reggio Emilia in via Meucci ma ci sono anche le sedi di Sassuolo, specializzati nella lavorazione del legno e la sede Santa Vittoria.

Al prossimo appuntamento vintage!

Felice martedì a tutti!

Lascia un commento