ReA! Arte: donne per l’arte emergente

ReA! Arte: donne per l’arte emergente

Negli orizzonti aridi e difficili capita che emergano le iniziative più coraggiose. 
In un momento difficile come lo è stato il 2020, è nata l’associazione no-profit ReA! Arte, la cui volontà di affermarsi nel mondo dell’arte contemporanea si manifesta volgendo lo sguardo all’arte emergente internazionale e mettendo al centro i giovani artisti. Durante l’anno appena trascorso, il team di ReA! ha dimostrato la propria autorevolezza e determinazione realizzando una fiera che rappresenta il primo step del loro ambizioso progetto. Durante le feste abbiamo incontrato via Zoom le fondatrici; oggi apriamo il loro cassetto. 

Il team è composto da undici donne under trentacinque che provengono dal mondo dell’arte: Gohar Avetisyan, Beatrice Dezani, Bianca Munari, Maria Myasnikova, Tuguana Perk, Laura Pieri, Elisabetta Roncati, Maryna Rybakova, Paola Shiamtani, Antonella Spanu e Pelin Zeytinci – rigorosamente in ordine alfabetico. Ci sono artiste, curatrici, galleriste ed esperte del mercato dell’arte. Si sono incontrate a Milano tramite amicizie in comune, i social network e conoscenze varie e hanno fondato l’associazione. Tutte loro hanno il desiderio di dare realmente spazio e opportunità di emergere ai nuovi talenti dell’arte colmando un vuoto del sistema artistico italiano, che fatica a offrire possibilità concrete agli artisti emergenti. Spesso chi esce da un’accademia non ha, banalmente, nemmeno la possibilità di allestire una mostra, di esporre il proprio lavoro. 

Rea! Art Fair

Il primo passo è stato l’organizzazione di una fiera, andando contro le difficoltà di inserirsi nel circuito e quelle legate all’emergenza sanitaria. ReA! Art Fair si è svolta dal 30 ottobre al 1° novembre 2020 nel locale ex cisterne all’interno del complesso della Fabbrica del Vapore di Milano. Barcamenandosi tra i vari Dpcm, questo gruppo di ragazze, in continua evoluzione e alla continua ricerca di nuove componenti e posizioni, ha dimostrato fin dal subito la sua risolutezza. 

All’attività espositiva di ReA! si affianca quella educativa con il nuovo dipartimento “Education and Consulting”, volto all’organizzazione di workshop di formazione per giovani artisti. Il primo – “Quello che non insegnano alle accademie // Things they don’t teach at art school” – durerà tre giorni (8-9-10 gennaio) e lo scopo è fornire strumenti pratici a chi vuole fare dell’Arte il proprio mestiere. Maria ci racconta di quanti bravi artisti ci siano, ma che molti fatichino a presentarsi con un portfolio ben strutturato, un sito e un artist statement, il biglietto da visita da mostrare ai curatori. 

Rea! Art Fair

ReA! ci terrà ancora compagnia durante questo nuovo anno con la mostra dei dieci vincitori del ReA! Art Prize (Alessio Guarda, Alisa Chunchue, Dominique Cro, Giacomo Zornetta, Jeremy Knowles, Peng Shuai, Clara Rubin, Lorenzo Papanti, Kim Gromoll, Leo Cogliati) e con la seconda edizione della fiera, il cui bando verrà lanciato a fine gennaio con l’obiettivo di allestirla in autunno.

Se sei un* creativ* ti consigliamo di dare una sbirciata al loro sito!