Storielle animate: Metallic Love

Storielle Animate Metallic Love

Abbiamo messo il Comò al centro di uno spazioso e luminoso laboratorio creativo per dare libero sfogo alla nostra mente sempre (troppo) attiva. Oggi siamo pronti a mostrarvi la prima produzione del nostro Lab, una storiella animata nata dalla penna un po’ fallita ma molto tenera di Carlotta e dalla mia incurabile forza di volontà di restare ore ed ore davanti ad After Effects. Ecco a voi Metallic Love. Buona visione.

Ci troviamo in quella dolce e delicata fase all’inizio di una relazione (o possibile tale) fatta di sguardi, ammiccamenti e altri sguardi. Spesso, in questi momenti iniziali, scegliamo di giocare un gioco sospetto, più simile ad una tensiva partita di poker che ad una piacevole conoscenza sentimentale. Valutiamo con estrema cautela le carte da mostrare, ricerchiamo ambiguità, raramente diciamo quello che vorremmo dire e tutto si conclude in un grande enigma di frasi non dette, messaggi non inviati, atteggiamenti artefatti. Cerchiamo di mostrarci simpaticissimi, anche se in realtà siamo solo simpatici, bellissimi, anche se siamo normali, colti e intelligenti, quando sotto sotto amiamo più l’Isola dei Famosi che il cinema d’essai.

Se ci comportiamo in questo modo e siamo ancora single, non c’è bisogno di fare troppo gli stupiti. Siamo spaventati dal nostro non essere perfetti e nascondiamo i difetti con il rischio di renderli ancora più grandi. E se l’amore fosse il conforto di trovare qualcuno con i nostri stessi disagi? La serenità di mostrare le nostre bruttezze, senza bisogno di cammuffarle. L’amore è dimenticare di avere un problema perché anche la persona che abbiamo davanti ha sicuramente il suo vistoso apparecchio metallico tra i denti.

Lascia un commento