Stress da giro di boa

Il weekend lungo del 25 aprile, gli alberi in fiore, il tramonto che arriva sempre più in ritardo e le estetiste di tutta Italia che si iniziano a pregustare bei soldini. Ecco l’estate che arriva timida nelle nostre vite, eccola la sento già, la più calda degli ultimi 25 anni, come dicono da 25 anni. A me l’estate piace tantissimo, non mi importa di sudare all’ombra o di finire in vacanza in Liguria con mia nonna perché non mi sono organizzata in tempo.

Giro di boa: 25 anni

Se proprio dovessi trovare un neo, un difetto a questo meraviglioso periodo dell’anno, sarebbe certo la nefasta concomitanza dell’estate (anzi peggio: del suo volgere alla fine) con il mio compleanno, che quest’anno sarà il 25esimo e segnerà irreversibilmente la fine della spensieratezza, della felicità e degli after sulla spiaggia. Si perché andare a ballare a 25 anni non è un’impresa facile, anzi è proprio lì che si apprende con evidenza quasi scientifica che la strada della vecchiaia è inesorabilmente segnata.

Giro di boa: 25 anni

Non solo dopo una sbronza il corpo del 25enne oppone per qualche giorno resistenza fisica alla vita anche nelle sue più banali funzioni, ma è proprio dal mondo esterno che arriva la notizia: la discoteca non è più il posto per te. Infatti, oltre alla quantità di ragazzi e ragazze under 18, che quindi sono off limits da un punto di vista legale per tutti i marpioni e le marpione 25enni, ti accorgi che quando parte un capolavoro del calibro di I Know U Want Me di Pitbull a scatenarsi in pista ci siete tu e altri 3 superstiti della classe 1990/1991.

Giro di boa: 25 anni

Quel pezzo risale all’anno del signore MMIX, anno in cui il 25 enne diventava maggiorenne e certamente era in vacanze con gli amici – forse una delle prime vacanze indipendenti dell’adesso 25enne – catafratto al Tropicana di Mykonos. Avere 25 anni significa quindi entrare di diritto nel gruppo di coloro che sono abbastanza vecchi per andare ad una serata revival, e il prossimo passo – non c’è quasi bisogno di dirlo – è la Capannina con Jerry Calà il mercoledì sera. Ma non disperiamo: Epicuro dice “non si è mai troppo né giovani né troppo vecchi per la conoscenza della felicità”.

 Giro di boa: 25 anni

Lascia un commento