Va tutto bene se… Ovvero come la figura di m* ti cambia la giornata.

Quante volte ci siamo sentite vittima di uno sketch comico giocato ai nostri danni? E quante volte pensiamo di essere le uniche persone al mondo a provare certe sensazioni di disagio esistenziale?

Ecco un brevissimo elenco di tenere tragicommedie di cui sicuramente siamo stati gli sfortunati protagonisti almeno una volta, giusto per sentirsi meno soli nelle avversità e per ridere un po’ su episodi che sul momento vorrebbe farci nascondere la testa sotto terra come gli struzzi.

Quindi tutti in coro diciamo: “Va tutto bene se…

*… per divincolarsi da domande indesiderate via Whatsapp rispondete con l’emoticon “ballerina di flamenco”.

*… il ragazzo di cui eri follemente innamorata alle elementari ti chieda di uscire ora che hai finito l’università e ora che lui ha perso tutti i capelli.

*… Quando sei struccata e con le occhiaie peggiori degli ultimi vent’anni incontri una riproduzione in carne ed ossa di uno dei bronzi di Riace.

 

 

*… Ti atteggi a diva di Hollywood e non ti accorgi di avere un pezzo di carta igienica attaccato sotto la scarpa.

*… Ti scontri con un ragazzo carino e dalla tua borsa cade di tutto. Così siete in due a raccogliere assorbenti per strada.

claire3

 

*… Vedi un tuo ex con quella che credevi essere una tua rivale e dopo la tua sfuriata lui/lei risponde con un “Veramente è mia cugina…”.

*… Sei in ritardo di mezz’ora e la batteria dell’auto decide di abbandonarti.

*… Appena perdi l’interesse nei confronti di una persona ecco che lei si accorge della tua presenza sul Pianeta Terra.

*… Ecco che dopo un grande elogio della capacità educativa dello sport, il tuo collega confessa “io odio fare attività fisica”

*Passa Marco. “Io Marco non l’ho mai sopportato” “Ci siamo appena fidanzati” “Noooo, ma io parlavo di quell’altro Marco, quello che … Ma sì dai, quello che abbiamo incontrato quella sera…”

Nella speranza di aver tinto di un rosa più intenso i vostri orizzonti di giornata nel farvi sentire “sulla mia stessa barca” vi auguro una giornata senza figuracce. Ci risentiamo alle prossime figure di m*!

claire2

 

Illustrazione di Carlotta Scalabrini (Who else?!)

Lascia un commento